20 settembre 2017

Sinergy Art Studio, Roma, venerdì 11 aprile 2014

The Dark Night of the Soul al Sinergy Art Studio di Roma

The Dark Night of the Soul, scritto da Roberto Costantini

Quattro monologhi. Quattro personaggi che aprono il loro cuore a degli interlocutori non visibili o immaginari. Quattro anime colpite e segnate dagli eventi della vita, che, chi un modo, chi nell’altro, li ha costretti a diversi tipi di diversità, e che ne danno finalmente libero sfogo.
In Tom monologo estratto dallo Zoo di vetro di Tennesse Williams, si assiste alla prese di coscienza di un ragazzo tormentato dalla propria condizione lavorativa e da una madre ossessiva e tiranna, e che decide di recidere quel cordone ombelicale per perseguire finalmente i propri sogni  ma il passato è una terra che ritorna, e che forse non abbandona mai.
In Bart, monologo scritto da Harold Pinter, un uomo riflette sulla sua condizione di alienazione, alternando i ricordi da uomo sano e innamorato, alle restrizioni alle quali ora  costretto.

Aston, sempre di Pinter e forse uno dei suoi pi conosciuti ed efficaci monologhi tratti da  Il custode, in questo caso  il rendiconto forte, chirurgico, efficacie della sua esperienza da ragazzo in una clinica psichiatrica, dove venne, con il benestare della madre, sottoposto al terribile elettroshock.
In “Il mondo di chi attende”, ispirato al monologo l’Attesa di Stefano Benni, con ironia e un pizzico di malinconia, il protagonista si fa portavoce di tutto quel popolo che attende qualcosa, qualcuno e quanto questa attesa possa essere logorante e, in qualche caso anche sdrammatizzata, ma sempre materia per costruire mattoni per arricchire la propria vita.
Roberto Costantini da vita, corpo e voce a questi quattro personaggi che, nella loro solitudine, liberano i propri pensieri, quelli pi intimi e segreti  quelli che salgono alla mente proprio nelle  buie notte dellanima.

L’evento avrà luogo al
Sinergy Art Studio
Via di Porta Labicana 27 (San Lorenzo)
Roma

Sito web  www.sinergyart.it

La redazione di liveinitalia ringrazia Sara Pessato per averci segnalato l’evento.

Info