23 settembre 2017

Teatro Comunale Domenico Alaleona, Montegiorgio (FM), domenica 21 febbraio 2016

"Il gabbiano Johathan Livingston" al Teatro Alaleona di Montegiorgio

Il gabbiano Johathan Livingston

Adattamento Teatrale Marco Renzi
Interpreti Oberdan Cesanelli, Stefano Leva
Scenografia Corrado Virgili, Paolo Figri
Musiche Originali Marco Ferrara
Collaborazione Alle Canzoni Beatrice Bellabarba
Tecnica Claudio Cicconi, Andrea Perugini
Organizzazione Generale Lucia Frontoni
Regia Paolo De Santi

Tanto tempo fa, nel 1973, usciva in Italia per iniziativa di Rizzoli Editore lo strano romanzo di uno scrittore\aviatore americano: Richard Bach.
Il libro, pieno di suggestive immagini fotografiche, è: IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON.
Le edizioni si sono moltiplicate nelle varie lingue del mondo e susseguite fino ai nostri giorni, uno dei romanzi più letti nella storia della letteratura contemporanea, tanta è stata la fortuna dell’operazione da giustificarne persino una versione cinematografica.
E’ una grande e significativa metafora sulla vita e sul mondo in cui viviamo, Jonathan Livingston non si accontenta di razzolare cibo tutto il giorno, il BRANCO BUONAPPETITO a cui appartiene gli va stretto e non trova nel grigio comportamento dei suoi compagni stimoli sufficienti e tali da giustificare un’esistenza. Mangiare e dormire, aspettare ogni mattina l’uscita delle barche, azzannarsi per un pesce e strapparselo di bocca gli uni con gli altri, appaiono pian piano ai suoi occhi come azioni senza senso, uno spreco di tempo rispetto alle mille cose che un gabbiano potrebbe fare.
Decide così di tentare nuove possibilità, prima fra tutte quella del volo, per il gusto di volare e questa volta non solo per il cibo.
Jonathan viene cacciato dal branco ed accusato di avere infranto le sue regole, solo ed esule impara i segreti del volo ritrovando il piacere dell’aria, del cibo, della vita.
Gli manca però qualcosa, la soddisfazione di condividere con altri le sue scoperte e le sue conoscenze. Torna al branco buonappetito, parla ai giovani gabbiani e in tanti decidono di seguirlo in questa nuova e straordinaria avventura: imparare a volare.
Jonathan è il diritto a conoscere e ad essere se stessi, è andare avanti, è crescere.
La trasposizione teatrale si scrolla di dosso tanti “pesanti” riferimenti che il romanzo contiene e vuole essere un racconto, una bella e significativa avventura adatta ai ragazzi del nostro tempo.
Su una scena coperta da un mare di giornali e delimitata da un’affascinante scogliera, si erge una particolarissima scala dai mille colori; macchina del volo di Leonardesca memoria e al contempo barca. In questo spazio dagli odori e dai colori marini due attori e due biciclette rappresentano tutto, sono “macchine teatrali” in grado di evocare i più svariati ambienti e le più incredibili situazioni; cantano, si assemblano, spariscono, tutto ad un ritmo molto elevato che non tollera cadute e che conquista. Nello spettacolo la compagnia riconferma il suo impegno sulla figura centrale dell’attore e sulle sue capacità comunicative, tentando una interessante contaminazione tra teatro di parola e teatro d’immagine; effetti speciali, luci di wood, colori fluorescenti, musiche e canzoni originali, il tutto per ottenere un risultato di grande suggestione, di ritmo e di pazienti equilibri.

Mercoledì 21 febbraio 2016 ore 17.15

Teatro Comunale “Domenico Alaleona”
Via Roma, 11
Montegiorgio (Fermo)
Tel. 0734 961441

www.teatroalaleona.it

Il Teatro Comunale Domenico Alaleona di Montegiorgio utilizza il Sistema di Biglietteria Liveticket.
Info su www.liveticket.it – biglietteria per teatro

Info