20 agosto 2017

Teatro de La Sena, Feltre (BL), venerdì 2 ottobre 2015

La maglia nera al Teatro de la Sena di Feltre

Sportivamente Teatro
Rassegna teatrale da un’idea di Jacopo Dalla Palma

LA MAGLIA NERA
di e con Matteo Caccia e con Nicola NegriniProduzioni Fuorivia

Negli anni del secondo dopo guerra in Italia il ciclismo è lo sport più popolare. Lo è grazie alle imprese dei due rivali più famosi di sempre Coppi e Bartali.
In quello stesso periodo però, sullo sfondo del palcoscenico del Giro d’Italia, si muove un’altra figura.
È quella di un ciclista, un gregario balzato agli onori della cronaca per aver regalato all’ultimo in classifica la stessa ribalta dei primi.
È quella di un uomo di grande ingegno che ha intuito che arrivare ultimo era preferibile ad arrivare decimi e persino quarti o sesti.
In un momento storico in cui gli italiani si sentivano “ultimi”, era facile per la gente ai bordi delle strade affezionarsi a quel reietto che arrivava in fondo, arrivava ultimo ma arrivava, e l’unico modo in cui potevano premiarlo era attraverso i doni che conoscevano: salami, damigiane di vino, d’olio, formaggi e animali.
Una figura che dopo aver dato prestigio al ruolo dell’ultimo, elevandolo per la prima volta al rango dei primi, si concesse il lusso di vincere 2 campionati italiani di ciclo campestre, il ciclismo di campagna, regalando agli italiani un insperato sapore di riscatto e una nuova sensazione di speranza.
Scritto ed interpretato da Matteo Caccia, nel solco del teatro di narrazione, “La maglia nera” è una storia “di sfondo” che racconta un pezzo d’Italia attraverso la vita sportiva e umana di un ciclista, un uomo, un italiano degli anni ’50, che con la semplice intenzione di fare la SUA storia è stato in grado di rappresentare LA storia.
Quella di un paese piegato ma pieno di volontà e coraggio.
La storia del nostro paese.
Matteo Caccia si fa lettore e interprete di una storia scritta da lui stesso, dopo aver conosciuto e a lungo parlato con Malabrocca, prima della sua morte. La musica di Nicola Negrini si intreccia con la parola narrata e le fa da contrappunto.

MATTEO CACCIA – voce narrante
TEATRO
Diplomato presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano.
Inizia lavorando con Antonio Sixty, Andrea Taddei, Massimo Navone.
Nel 1999 conosce Antonio Latella che lo convoca insieme ad altri giovani attori e insieme, per formare un gruppo di lavoro con cui mettono in scena testi classici e contemporanei. Romeo e Giulietta, Amleto, di W. Shakespeare, Stretta sorveglianza di J. Genet per i quali vincono il premio UBU nel 2001.Collaborano con diversi teatri e produzioni da Elsinor di Forlì, al Teatro OUT OFF di Milano, al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli. Nel 2003 sono chiamati dal Teatro Stabile dell’Umbria per cui mettono in scena testi elisabettiani Shakespeare, La tempesta e poi Edoardo II di C. Marlowe.
Nel 2005 comincia a scrivere per il teatro e il suo primo testo Hotelofficina è finalista del premio Riccioneteatro.
Nell’autunno 2006 debutta con lo spettacolo narrato: La maglia nera, un monologo scritto ed interpretato, che racconta la vita e le gesta di un ciclista degli anni ’50, divenuto famoso per aver scoperto che era più facile accaparrarsi le simpatie della gente arrivando ultimo piuttosto che ennesimo, meritandosi così il titolo di “maglia nera”.
RADIO e TV
Parallelamente all’attività teatrale, inizia a lavorare come inviato e conduttore radiofonico prima a Radio Popolare e poi a Radio2. Dal 2001 al 2006, conduce insieme a Federico Bianco la trasmissione “Aria Condizionata”, all’interno del palinsesto estivo di Radio2. Nell’estate 2007, conduce, sempre su Radio2, la trasmissione Barabba, insieme a LaLaura. L’8 settembre 2008, comincia la prima puntata di Amnesia trasmessa da Radio2, un programma che si è fatto conoscere per la sua incredibile storia: Matteo un anno prima mentre si trova in teatro viene colpito da un’amnesia retrograda globale. Nel programma Matteo tiene un diario in cui ricostruisce i pezzi della sua vita. Radio2 trasmette l’ultima puntata dell’ormai cult Amnesia il 31 luglio 2009 in cui Matteo svela ciò che tutti si sono chiesti: si tratta di vera amnesia o è tutta una storia inventata? La risposta come molti immaginano è la seconda, il programma nasce da un’idea, geniale, di Matteo. L’obiettivo iniziale è stato raggiunto, Amnesia infatti ha avuto migliaia e migliaia di fan, consensi e ascolti. Matteo Caccia tiene a precisare però, che nel diario che andava in onda ogni giorno dal lunedì al venerdì su Radio2 c’era moltissimo di lui e che non ha voluto in nessun modo sbeffeggiare nessuno.
Da lunedì 18 gennaio 2010 inizia la trasmissione Vendo tutto in onda in fascia pomeridiana alle 16:00 su Radio 24. Ogni giorno Matteo Caccia vende su eBay un oggetto che gli è appartenuto e in trasmissione descrive come è entrato in possesso dell’oggetto e cosa ha rappresentato per lui.
In autunno 2010 Matteo Caccia ritorna in onda su Radio 24 dal lunedì al venerdì alle 16:00 con Io sono qui. Un programma dalla regia di Tiziano Bonini, scritto insieme a Stefano D’Andrea, in cui Matteo racconta ogni giorno un episodio della sua vita.
Dal 2011 a oggi il trio Matteo Caccia, Tiziano Bonini e Stefano D’Andrea riprende nella medesima fascia oraria, con la trasmissione Voi Siete Qui, un programma di storytelling basato sulle storie degli ascoltatori.
Nel 2013 cura e conduce una prima stagione del magazine di cultura su Laeffe dal titolo Dalla A a laeffe.
Nel 2014 ne viene realizzata una seconda stagione di venti appuntamenti in formato più esteso: Caccia incontra special guest provenienti dal mondo della musica, della tv, del cinema, della letteratura e più in generale della cultura italiana e internazionale portando al centro un tema caldo, un argomento capace di parlare del presente e anche del futuro del nostro Paese.
Nel 2015 torna a Radio 2 con la trasmissione “Una vita”.

NICOLA NEGRINI – Contrabbasso
Contrabbassista e compositore, è alla guida del progetto Scoolptures, quartetto con Achille Succi, Philippe “Pipon” Garcia e Antonio Della Marina il cui CD d’esordio [Materiale Umano | Leo Records] è stato segnalato tra i migliori CD del 2010 dalla rivista americana Downbeat.
Collabora con l’ensemble nujazz Faze Liquide, con il quintetto flamenco jazz Alkord di Alberto Capelli, con i cantautori Gianmaria Testa, Piero Sidoti e Lucio Morelli. Partecipa a produzioni di teatro/musica con, tra gli altri, il Teatro Delle Ariette, gli attori Giuseppe Cederna, David Riondino, Giuseppe Battiston, gli scrittori Carlo Lucarelli, Erri De Luca, Marcello Fois, Michele Serra. Documentate da un’ampia discografia vi sono le esperienze in trio con Alfredo Impullitti e Mauro Manzoni, il quintetto Inno, l’ensemble Nic:Neg Conference, le partecipazioni in studio e dal vivo con Ricci Rucker, The Gunkhole, con il compositore Fabrizio Festa e con il collettivo Alien Army.
Importanti nella sua formazione gli incontri con musicisti quali Gabriele Mirabassi, Paolo Fresu, Cristiano Rossi, Javier Girotto, Claudio Lugo, Charo Martin, Rita Marcotulli.

Inizio spettacolo ore 21.00

Sportivamente Teatro al Teatro de la Sena di Feltre

18 settembre: “Mi voleva la Juve” con Giuseppe Scordio
25 settembre: “Nel segno del rugby” di e con Biagio Vinella e con la Worried Men Band
2 ottobre: “La maglia nera” di e con Matteo Caccia e con Nicola Negrini

Biglietto a ingresso unico € 12,00; abbonamento 3 spettacoli € 30,00

E’ attiva la prenotazione, per informazioni:
uff.cultura@comune.feltre.bl.it
tel 0439/885257
museo@comune.feltre.bl.it
tel. 0439/885242

Teatro della Sena o
Palazzo della Ragione
Piazza Maggiore
Feltre (BL)

Il Teatro della Sena di Feltre utilizza il Sistema di Biglietteria Liveticket.
Info su www.liveticket.it – biglietteria per teatro

Info