20 ottobre 2017

Teatro Comunale di Cagli (PU), sabato 5 ottobre, 2013

Messa da Requiem di Giuseppe Verdi al Teatro di Cagli

Messa da Requiem di Giuseppe Verdi
Per l’anniversario della morte di Alessandro Manzoni
(22 maggio 1874)

Francesco Attesti e Matteo Galli

nel corso dell’Ottocento si aprono nuovi orizzonti sonori, la dimensione classica dell’orchestra viene superata e in ambito cameristico il pianoforte diviene il vero protagonista della vita musicale. Il concertismo romantico propone un modello di concerto maggiormente spettacolare e ricco di suggestioni. E’ il secolo dei grandi virtuosi delle testiere, Listz , Chopin e molti altri, propongono un repertorio nuovo che è ancora oggi la base della tradizione pianistica.

In questo periodo di fermento culturale, in Francia viene sperimentato un singolare ma efficacissimo duo, Pianoforte e Organo o Harmonium. L’intento è quello di fondere strumenti con potenzialità differenti e quasi opposte nelle coloriture. Il risultato è un duo suggestivo, virtuosistico, di grande impatto spettacolare che terrà viva la ribalta per quasi un secolo, coinvolgendo alcuni fra i più blasonati artisti dell’epoca, fra cui spiccano Giuseppe Verdi, Camille Saint- Saens, Rossini e moltissimi altri ancora.

Francesco Attesti e Matteo Galli, hanno unito le loro esperienze personali e riportato in vita questa interessantissima tradizione di origina francese, dilagata in tutta Europa nel XIX secolo. Attualmente sono l’unico duo stabile, pianoforte e organo o Harmonum attivo nel panorama internazionale. Insieme hanno condotto ampie tournée portando nelle più importanti sale da concerto del mondo questo repertorio di raro ascolto, fra cui spicca una versione inedita della Messa da Requiem di Giuseppe Verdi.  I due artisti hanno condotto quattro tournée negli Stati Uniti d’America, in Russia (Philarmonia di San Pietroburgo e Conservatorio Tchaikovsky di Mosca nell’ambito del International Organ Festival), e in Europa.

Francesco Attesti (1975) è un pianista italiano con carriera internazionale considerato uno dei migliori interpreti della sua generazione nel repertorio romantico e del primo novecento.
Inizia lo studio del pianoforte all’età di 6 anni e si esibisce nel primo concerto pubblico all’età di 11 anni eseguendo una trascrizione della Toccata e Fuga in re minore di J. S. Bach.
A 16 anni incontra Sergio Perticaroli che lo invita ai corsi estivi presso il Mozarteum di Salisburgo, dove approfondisce il repertorio pianistico romantico, in particolare di Chopin e Liszt. La frequentazione delle lezioni con il Maestro Perticaroli proseguirà poi a Roma negli anni successivi e lo porterà a vincere vari concorsi pianistici nazionali e internazionali (Ibla Grand Prize International, Concorso “F. I. D. A. P. A.”, Concorso “Città di Racconigi” – Cuneo, Concorso Castrocaro Terme “Migliori Diplomati d’Italia”, Concorso “Rovere d’Oro”, Concorso “Città di Grosseto”, Concorso “Città di Cesenatico”, ecc.), risultando inoltre vincitore per tre anni consecutivi (2003, 2004 e 2005) della “Borsa di Studio per Giovani Talenti” offerta della Fondazione “Ursula Ströher” di Basilea (Svizzera).
Nel 1998 si diploma con la massima votazione presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida del Maestro Luigi Tanganelli. Successivamente, frequenta masterclass con Jacques Rouvier (1998) e Hector Moreno (1999 e 2000). Con quest’ultimo esplora il repertorio cameristico per pianoforte e vari compositori contemporanei. Nel 1998 viene invitato a registrare un CD di musica contemporanea per Rugginenti Editore su testi del poeta Edoardo Sanguineti. Da quel momento, moltissime sono le collaborazioni e registrazioni per varie case discografiche (Agorà, Max Research, Drycastle) con compositori contemporanei quali Silvia Bianchera Bettinelli, Biagio Putignano, Raoul De Smet, ecc., che culmineranno nel 2008 con l’esecuzione in prima europea con la Czech Chamber Philharmonic Orchestra di Praga del concerto per pianoforte e orchestra “Chiavi in mano” premiato con il Premio Pulitzer del compositore Yehudi Wyner con cui instaura un sincero e duraturo rapporto di amicizia e collaborazione.
Nel 2007 registra in prima mondiale, per “Le Voci della Città”, una trascrizione inedita per pianoforte e organo del Requiem di Verdi con il collega organista Matteo Galli; all’inizio di quest’anno con l’etichetta Drycastle produce un CD dal titolo “Feeling Chopin”, interamente dedicato al compositore polacco.
Attratto da sempre dalla perfezione assoluta nel fraseggio e nella sonorità dello strumento sviluppa modalità espressive particolari e uniche. Il Maestro Perticaroli stesso affermerà: “Il pianoforte di Francesco Attesti non è usuale. Tutto quello che avviene nel suono, nel fraseggio, nella concezione musicale, parte da una speciale convinzione estetica e musicale che rende l’esecuzione dei pezzi eseguiti fuori da ogni previsione formale e consumistica”.
Attualmente, svolge un’intensa attività concertistica che lo porta ad esibirsi in prestigiose sale come la Philharmonia Hall di San Pietroburgo, il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, il Mozarteum di Salisburgo, la Filarmonica di Essen, il Festival Pianistico Internazionale di Varsavia, il Sarajevo Winter Festival, l’Università di Cambridge, l’Università di Leicester, la Columbia University di New York, l’Università di Denver e il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.
[http://www.attesti.com]

Matteo Galli, nato nel 1971, si è diplomato a pieni voti in organo e composizione organistica presso il conservatorio di Piacenza, sotto la guida di Giuseppina Perotti. Si è perfezionato, con E. Kooiman, Ch. Stembridge, M. Torrent, J. Ferrard e, in particolare, con M. Radulescu presso la Cattedrale di Cremona e alla Academie d’Orgue  di Porrentruj (Svizzera).
Svolge attualmente un’intensa attività concertistica in Europa e Stati Uniti d’America dove recentemente ha condotto otto tournée. Ha suonato presso la Philarmonia di San Pietroburgo e al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca nell’ambito dell’International Organ Festival. In Italia è regolarmente invitato in importanti festival e rassegne concertistiche. Suona stabilmente in duo con il pianista Francesco Attesti e con il sassofonista jazz Emanuele Cisi.
E’ impegnato nell’attività di analisi, valorizzazione e tutela del ricco patrimonio nazionale di strumenti antichi, in collaborazione con i presidi della Soprintendenza e con gli organi ministeriali e le Curie.
E’ organista titolare della Basilica di S. Maria presso S. Satiro in Milano dove è anche coordinatore della “Academia Sancti Satyri Mediolani” attiva nelle funzioni religiose. E’ organista della Chiesa di S. Maria della Pace presso l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme e della Certosa di Milano.
In seguito alla vittoria di un bando di concorso, è il coordinatore delle attività didattiche del Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano dove sta sviluppanto il progetto Il Museo che Suona dedicato al mondo della scuola e all’approfondimento musicologico.
E’ direttore artistico di diverse rassegne concertistiche e programmi culturali fra cui, in particolare, “Le Voci della Città – Antichi organi un patrimonio di Milano” e “Suoni Storici”, il ciclo di lezioni-concerto realizzato in collaborazione con il Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano di cui è recentemente diventato coordinatore responsabile delle attività didattiche. Conduce un’intensa attività di sperimentazione musicale e teatrale. All’attività di musicista affianca l’interesse per il management artistico occupandosi della progettazione, dell’organizzazione e della realizzazione di varie manifestazioni musicali. E’ autore di testi e regie teatrali, in particolare di spettacoli di carattere musicale. Ha collaborato con Arnoldo Foa, con Giovanna Bozzolo, con il Teatro Franco Parenti di Milano e con la Scuola Holden di Torino.

Inizio spettacolo ore 21:00

Assessorato Beni e Attività Culturali

Comune di Cagli
Istituzione Teatro Comunale di Cagli
Piazza Matteotti, 1
Cagli PU

Presidente: prof. Massimo Puliani

telefono  0721 780731

e.mail: m.paglioncini@comune.cagli.ps.it
cagliteatriemusei.blogspot.it

Il Teatro Comunale di Cagli , utilizza il Sistema di Biglietteria Liveticket.
Info su www.liveticket.it – biglietteria per teatro

Info