18 ottobre 2017

Sala Selva di Palazzo Gopcevich, Museo Teatrale Carlo Schmidl, Trieste, dal 8 ottobre al 3 novembre 2014

Mostra «Che stora la RAI» al Civico Museo Teatrale "Carlo Schmidl"

«Che storia la RAI… 50 anni della Sede RAI per il Friuli Venezia Giulia»

Si inaugura, mercoledì 8 ottobre 2014 alle ore 12.00 presso la Sala Selva di Palazzo Gopcevich, la mostra «Che storia la RAI… 50 anni della Sede RAI per il Friuli Venezia Giulia».
Frutto della collaborazione tra il Comune di Trieste e la Sede RAI FVG, la mostra si integra con il percorso espositivo permanente del Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”.
Sarà visitabile, con il normale biglietto di ingresso al Museo (intero euro 4, ridotto euro 3, gratuito per i bambini fino ai sei anni non compiuti), tutti i giorni fino a lunedì 3 novembre con orario 10-17.
Giornata di chiusura il lunedì, ad eccezione di lunedì 3 novembre, ultimo giorno di apertura e giornata nella quale, nella ricorrenza del Santo Patrono, il Museo rimarrà aperto con ingresso libero e gratuito ai residenti, agli studenti universitari e ai ricercatori che svolgono la loro attività nell’ambito di enti che hanno sede nel Comune di Trieste.
La medesima facilitazione è prevista per la seconda domenica del mese che, nel mese di ottobre, in coincidenza con la Barcolana, viene estesa a tutti i visitatori.

Civico Museo Teatrale Carlo Schmidl, Trieste

Il Civico Museo Teatrale Carlo Schmidl si trova a Trieste, in centro città, nel Borgo Teresiano, sulla riva del Canal Grande.

Il museo è ospitato nella la sede espositiva comunale del palazzo Gopcevich, dal particolare intonaco bianco e rosso.
L’edificio fu costruito nel 1850 su progetto dell’architetto Giovanni Andrea Berlam per conto dell’armatore serbo Spiridione Gopcevich.

Il prospetto che si affaccia sul Canale, dallo stile eclettico, composto da un disegno a greche rosso e gialle, è inoltre arricchito da statue, fregi e medaglioni . L’interno dell’edificio presenta ambienti di notevole ricercatezza sia negli arredi che nei pavimenti intarsiati. L’ultimo radicale restauro risale al 1988.

Il museo nasce nel dicembre del 1924 grazie alla volontà di Carlo Schmidl, editore musicale e collezionista, ed ospitato dal 1924 al 1991 nel Teatro lirico Giuseppe Verdi di Trieste; a seguito di lavori di ristrutturazione di quest’ultimo le collezioni vengono provvisoriamente trasferite nel 1992 a Palazzo Morpurgo in via Imbriani, per poi trovare definitiva sistemazione presso il prestigioso Palazzo Gopcevich con l’inaugurazione del 16 dicembre 2006.

Il museo documenta la storia teatrale e musicale a Trieste degli ultimi due secoli, con raccolta di locandine, fotografie, costumi di scena e storia degli edifici teatrali. Di particolare interesse la raccolta di strumenti musicali, tra cui fortepiano, armonium, e strumenti meccanici quali l’autopiano.
Il museo dispone inoltre di una imponente biblioteca ed archivio di rilevanza internazionale, comprendente anche una cospicua raccolta di manifesti e programmi, i protagonisti della musica e dello spettacolo a Trieste dal Settecento ai nostri giorni.
Le opere d’arte, il medagliere, i costumi teatrali ed i cimeli. Gli strumenti musicali europei ed extra-europei. Il Fondo “Giorgio Strehler”( l’archivio personale di Strehler), la Biblioteca, la Mediateca “ Riccardo Gmeiner”, gli Archivi ed il Centro di documentazione.

Orari Museo
Sale espositive: 9 – 19, da martedì a domenica, lunedì chiuso
Biblioteca – Mediateca «Riccardo Gmeiner» -Archivi – Centro di Documentazione:
lunedì e mercoledì 9 -16,
martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 13

Tariffe
Intero euro 4,00; ridotto euro 3,00; gratuito per i bambini fino ai 5 anni; servizio didattico e/o visite guidate euro 2,70

Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”
Palazzo Gopcevich
Via Rossini, 4
+39 040 6754072
Trieste
museoschmidl@comune.trieste.it

www.retecivica.trieste.it

Il Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” della città di Trieste utilizza il Sistema di Biglietteria liveticket
Info su www.liveticket.it – biglietteria musei

 

Info