17 ottobre 2017

Teatro Dell’Orologio, Roma, dal 20 maggio al 1 giugno 2014

"Romeo and Juliet post scriptum" al Teatro dell'Orologio di Roma

Giovanni Anzaldo e Selene Gandini Romeo and Juliet post scriptum

Arriva al teatro al Teatro Dell’Orologio  Sala Gassman dal 20 maggio al 1 giugno 2014 uno spettacolo che grande successo ha riscosso lo scorso anno, in lingua originale, al Festival di Spoleto: Romeo and Juliet post scriptum di Annika Nyman. Lo spettacolo viene allestito per la prima volta in italiano con la traduzione e la regia di Georgia Lepore con due attori molto amati dal pubblico: Giovanni Anzaldo e Selene Gandini.

Lo spettacolo sarà al Teatro dell’orologio nei seguenti giorni e orari: 20, 21, 22, 23 maggio ore 21,30 – 24, 25 e 26 maggio riposo. Dal 27 maggio 31 maggio ore 21,30 – 1 Giugno ore 18,00.

I due innamorati si ritrovano finalmente insieme, artefici del loro destino e costretti ora ad affrontare le conseguenze del loro gesto e del loro amore.
Annika Nyman setaccia la pi tradizionale delle storie d’amore, mettendo i due innamorati di fronte al fatto compiuto, di fronte al tempo e alla realt, con un testo serrato e avvincente. La poesia sublime con cui Shakespeare racconta l’attrazione fra i due giovani innamorati  costantemente ribaltata in immediata attrazione fisica. E questa non sarà la sola novità per i due giovani. Romeo e Giulietta devono fuggire ma soprattutto per la prima volta dal loro incontro si trovano nella condizione di conoscersi davvero, perchè come dice l’autrice Romeo e Giulietta non hanno molte scene in comune: non si conoscono mai per davvero, ma esistono nelle reciproche fantasie, artefatti sognanti, promesse di salvezza.

Non è facile scrivere due righe sul perchè ci si appassiona a un progetto  racconta la regista Georgia Lepore – Gi la passione ha in sè poco di ragionato e molto di istintivo, quando poi si tratta di Shakespeare per me  quasi impossibile trovare una spiegazione razionale. Impossibile non appassionarmi al testo (e alla testa!) di Annika Nyman, giovane autrice venuta dal freddo, che li fa sopravvivere alle intenzioni di Shakespeare pur non tradendolo mai nei contenuti. Tutti prima o poi ci siamo domandati che cosa accadrebbe se Romeo e Giulietta non morissero. Ma se così fosse, sarebbero vivi? O sarebbero dei sopravvissuti..?

Giovanni Anzaldo nel 2010 ha vinto il premio ubu come miglior attore under 30 per lo spettacolo “Roman e il suo Cucciolo” di Alessandro Gassman. Per lo stesso spettacolo vince nel 2012 il premio Golden Graal come migliore attore drammatico. Sempre nel 2012 ha fatto parte del cast di Romanzo di una strage e nel 2013 di Razzabastarda di e con Alessandro Gassman. Grande successo ha riscosso Lo troviamo questanno nel film di Paolo Virzì Il capitale umano.

Nel ruolo di Giulietta troviamo la bravissima Selene Gandini, molto amata dal pubblico teatrale italiano e volto noto della tv. Ha lavorato con i più grandi artisti italiani: Giorgio Albertazzi, Dario Fo, Giuseppe Patroni Griffi, Arnoldo Fo e altri. Di recente ha lavorato nella compagnia di Andrei Michalkov Konchalovskij ne  La Bisbetica Domata, spettacolo che  andato in tourne in Italia e allestero ( Teatro Mossovet di Mosca).Ha partecipato a serie televisive come Un posto al sole, La squadra, Centovetrine, Tempesta dAmore, Le Tre Rose di Eva e trasmissioni di cultura per la Rai come presentatrice.

Georgia Lepore propone sempre spettacoli che non passano inosservati. Attrice doppiatrice, autrice e regista. Il suo debutto dietro alla macchina da presa avviene con il cortometraggio Addio (2006), di cui scrive anche la sceneggiatura. Il corto partecipa a numerosi festival internazionali,  candidato Best Narrative Short allo Swansea International Film Festival e all’Everglades Film Festival e ha una menzione speciale al Magna Grecia Film Festival.
E’ in preparazione la sua opera prima per il cinema con un lungo di cui   anche sceneggiatrice. Il debutto come autrice e regista teatrale  con i due monologhi Io Parlo di Sogni (ispirato al personaggio shakespeariano di Mercuzio) e Il Canto della Notte (ispirato alla vita e alle opere di F. Nietzsche) prodotti dalla SycamoreTCompany nel 2006. Negli anni seguenti per la stessa STC riporta in scena Crack del marito Franco Bertini e Bruciati di Angelo Longoni (entrambi successi dei primi anni ’90) e  Il Recinto di cui  anche autrice. E’ del 2011 La Festa di Michela Andreozzi allestito per il LET- Liberi Esperimenti Teatrali. Sua la traduzione italiana e la regia di “Oltre i Verdi Campi” dell’inglese  Nick Whitby, in allestimento per la prima volta in Italia a dicembre 2014, in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale.

Teatro dell’ Orologio
via dei Filippini, 17/a
Corso Vittorio Emanuele
Piazza della Chiesa Nuova
Roma

La redazione di liveinitalia ringrazia Maya per averci segnalato l’evento.

Info