18 agosto 2017

Teatro Comunale Domenico Alaleona, Montegiorgio (FM), sabato 08 marzo 2014

"Ti ho sposato per allegria" al Teatro Alaleona di Montegiorgio

Stagione di prosa
Ti ho sposato per allegria
di Natalia Ginzburg
con Chiara Francini ed Emanuele Salce
Regia Piero Maccarinelli

Ti ho sposato per allegria è una commedia in tre atti del 1965 di Natalia Ginzburg.
Nel pezzo la Ginzburg disegna il ritratto di un matrimonio, di carattere piuttosto borghese, tra l’avvocato Pietro e Giuliana, una giovane donna di bassa estrazione sociale conosciuta ad una festa. Al momento di conoscere Pietro, Giuliana si trovava nel mezzo di una crisi. Il racconto della vita di Giuliana costituisce la trama principale della vicenda. Sul palco, passano in rassegna vari dialoghi tra i personaggi. Spesso sono scambi di idee incentrati sui temi dei rapporti con i genitori, del lavoro, della disoccupazione, della gravidanza e della solitudine.

Nel primo atto Giuliana racconta alla domestica Vittoria la sua vita travagliata e l’amicizia solidale con Topazia, la quale era stata legata allo stesso uomo. Giuliana e Topazia si capiscono al volo e si confidano le esperienze vissute con questo personaggio: si tratta di Manolo, il quale aveva finito per piantare in asso entrambe rinfacciando a ciascuna di loro la mancanza di classe (di una classe che, fra l’altro, avrebbe invece caratterizzato l’altra). In seguito ad una gravidanza, le vicende della vita avevano poi portato Giuliana ad abortire. rinunciando al figlio di Manolo. Alla fine del primo atto, Giuliana spiega di aver conosciuto Pietro dopo essere svenuta ad una festa in seguito ad una sbornia.

Nel secondo atto Pietro e Giuliana si ricordano ostantativamente l’un l’altra la mancanza di sentimenti profondi che caratterizza la loro relazione: i due non si sono sposati per amore, ma per mancanza di alternative; tuttavia, il carattere gioviale ed allegro di entrambi sembra tenere su il legame affettivo.
Nel terzo atto, la visita di un personaggio notevole, la madre di lui, crea tensioni ed un effetto comico. Severa e bigotta, la madre di Pietro completa il ritratto familiare insieme a sua figlia, sorella di Pietro. È particolarmente scandaloso, a giudizio della suocera, il fatto che i due non si siano sposati in chiesa: a suo dire, Pietro ha deliberatamente sposato Giuliana allo scopo di darle un dolore.

La sottile ironia della commedia consiste nel raccontare in tono quasi allegro gli eventi più problematici: realtà come l’aborto, la morte, la separazione e l’incomunicabilità nei rapporti di coppia vengono in un certo senso sdrammatizzate e descritte con la massima naturalezza. Dalla pièce venne tratto, nel 1967, un film di Luciano Salce con Monica Vitti  e Giorgio Albertazzi.

 

Inizio spettacolo ore 21.00

Tariffe per la stagione di prosa e operetta 2013-14

Biglietti:
Biglietto intero platea e palchi centrali € 20,00
Biglietto ridotto platea e palchi centrali € 18,00
(riduzione valida per giovani fino a 25 anni e over 60 e correntisti CARIFERMO)
Biglietto palchi laterali € 16,00
Loggione € 10,00

Teatro Comunale Domenico Alaleona Montegiorgio (FM)

Teatro Comunale “Domenico Alaleona”
Via Roma, 11
Montegiorgio (Fermo)
Tel. 0734 961441

www.teatroalaleona.it

Il Teatro Comunale Domenico Alaleona di Montegiorgio utilizza il Sistema di Biglietteria Liveticket.
Info su www.liveticket.it – biglietteria per teatro

Info