19 settembre 2017

Teatro Ambra alla Garbatella, Roma, da martedì 1 a domenica 13 aprile 2014

Uomini separati al Teatro Ambra alla Garbatella di Roma

Cubatea Associazione Culturale presenta
Uomini separati
Manuale di sopravvivenza

Acquisto biglietto online

REGIA DI
Claudio Boccaccini
CON
Paolo Gasparini, Andrea Lolli, Gabriele Galli, Emy Bergamo

SCRITTO DA
Rosario Galli

“Le donne non hanno niente da dire, ma lo dicono benissimo”

Storia di quattro uomini, tutti in corso di separazione; Alfredo Moresca, 40 anni; appena lasciato dalla prima e unica moglie, Franca, dopo 17 anni. Hanno un figlio di 11, Pietro che ovviamente, come nella maggioranza dei casi, è stato affidato alla madre, nonostante Alfredo abbia fatto di tutto per averlo. Alfredo è costretto a lasciare la casa alla moglie, e ancora più ovvio, a passarle un assegno mensile di quasi mille euro.Franco Cirri, sui 50 anni, una causa di divorzio in atto e Pippo Calvo, anche lui sui 50, alto, magro, baffetti, elegante, curato, divorziato già due volte, e in procinto di sposarsi per la terza volta. Marco Rubbi, 28 anni, un bonaccione che si lascia infinocchiare da chiunque per troppa ingenuità; quando si arrabbia ha una leggera balbuzie. Ha incontrato Ines, una brava ragazza di 30 anni, tanto carina e soprattutto innamorata, almeno i primi mesi; solo che è durata appena un anno scarso; il problema è stato la mancanza di figli; lei si è sposata solo perché aveva l’ossessione che era vecchia e doveva sbrigarsi; così dopo che i primi mesi sono passati senza che lei restasse incinta gli ha fatto fare gli esami scoprendo che Marco ha gli spermatozoi pigri e con la testa mozzata, quindi non c’è niente da fare, non può procreare. A quel punto, appresa la notizia, la brava ragazza ha deciso di mollarlo.

La vita di Alfredo subisce una svolta nel momento in cui si presenta a trovarlo la vicina del piano superiore; si chiama Laura Desideri, ed è molto bella; quando appare la prima volta è acqua e sapone, sportiva, in jeans e maglietta scollata; poi dopo apparirà truccatissima, con abito elegante e tacchi; è anche colta e laureata in psicologia; una donna capace di essere stupenda in tutti i modi; la cosa importante però è il suo carattere, solare, allegro, sempre pronta a dire battute, anche molto maschili, e cosa fondamentale parla malissimo delle donne. Si tratta davvero di un’apparizione per il povero Alfredo, che ancora sotto choc per il trauma del divorzio sembra destinato a una cronica astinenza sessuale e sentimentale.La presenza di Laura e la sua prorompente vitalità risvegliano il guerriero sopito che dorme in Alfredo; Laura è capace di cambiare aspetto e diventare una donna raffinata e di gran classe; basta che indossi un abito nero, un filo di perle e un paio di scarpe con tacchi a spillo e la simpatica canaglia caciarona e divertente si trasforma in donna fatale. La sua brillante facondia, la sua disinibita vitalità colpiscono i quattro uomini e ciascuno di loro, tranne Franco, avrà una storia “particolare” con la ragazza.

Orari Spettacolo
martedì – sabato ore 21:00
domenica ore 17:00

Teatro Ambra alla Garbatella

Info