20 ottobre 2017

DOM La cupola del Pilastro, Bologna, venerdì 14 e sabato 15 marzo 2014

Yoshito Ohno al DOM di Bologna


Acquisto biglietto online

Flower and Bird – A Letter to My Future Self , coreografia di Tatsumi Hijikata e Yoshito Ohno. Un solo che include la trilogia che Tatsumi Hijikata ha coreografato per Yoshito Ohno nel 1985, un anno prima della sua morte, e Divinarianes, la scena iniziale di Admiring La Argentina, l’opera en travesti che, presentata a Nancy nel 1980 e col suo enorme successo internazionale, rende Kazuo Ohno, ormai settantacinquenne, una vera leggenda vivente.

Il progetto è realizzato con il sostegno della Japan Foundation, il patrocinio del Dipartimento delle Arti – Università di Bologna e in collaborazione con l’Archivio Kazuo Ohno, Kazuo Ohno Dance Studio, Canta Co. ltd, mc2gallery Milano e Claudio Compost.

Yoshito Ohno, figlio ed erede artistico del maestro Kazuo Ohno (1906-2010), figura leggendaria e ispiratrice del butoh, nasce a Tokio nel 1938. Nel 1959 debutta con il padre in Il vecchio e il mare e nello stesso anno nel celebre Kinijki (Colori proibiti), diretto e coreografato da Tatsumi Hijikata, considerato la prima, eversiva creazione nella storia della nuova danza Butoh.

Tra il 1960 e il 1968 studia danza classica e pantomima e partecipa alle performances del gruppo di Hijikata Ankoku Buto-ha. Nel 1969 è sulle scene a Tokyo con la sua prima performance da solista.

Si ritira dalle scene per più di dieci anni e nel 1985 ritorna a teatro con uno spettacolo con il padre, The Dead Sea. Dal 1986 Yoshito dirige tutte le creazioni di Kazuo Ohno. Nel 1987 dirige e interpreta con il padre Water Lilies (Gigli d’acqua) e l’anno successivo Insect Metamorphosis. Nel 1989 presenta a Roma una sua performance e partecipa a festival in vari paesi del mondo; nel 1990 dirige e interpreta con Kazuo Ka Cho Fu Getsu (Fiori-Uccelli-Vento-Luna.

Negli anni successivi continua ad accompagnare Kazuo Ohno nelle sue tournées e diviene il principale prosecutore del lavoro paterno, che traduce in spettacoli propri. Nel 2001, quando compie 95 anni, Kazuo lo investe ufficialmente della sua eredità artistica per il futuro.

Gli spettacoli di Yoshito Ohno girano in Europa, Sud America, Asia, Canada e negli Stati Uniti e in sedi illustri come La Biennale di Venezia e la Japan Society New York.

DOM La cupola del Pilastro è uno spazio gestito da Laminarie in convenzione con il Comune di Bologna. Si occupa di linguaggi artistici contemporanei, ospita rassegne di teatro, danza, musica, letteratura e altro.

DOM La cupola del Pilastro
via Panzini 1
Bologna

Telefono    +39 051 624 2160
E-mail    info@laminarie.it
Sito Web  www.lacupola.bo.it

L’ Associazione Culturale Laminarie di Bologna utilizza il Sistema di Biglietteria liveticket
Info su www.liveticket.it – biglietteria per concerti

Info